Registrati su ANITEL     PORTALE ANITEL - Learning objects e Itc per l'handicap: Cipe Scuola fa boom - Software - Notizie
Home FAQ Contattaci Cerca FAD Lingua
Area pubblica
Risorse
Contenuti
Corsi ANITeL
NetCast
Second ANITeL
ANITeL su facebook
Software : Learning objects e Itc per l'handicap: Cipe Scuola fa boom
Inviato da DIDATTIKA il 14/1/2006 13:40:00 (2942 letture)

Open in new windowLa sperimentazione dei learning objects a scuola e delle nuove tecnologie per favorire l'integrazione riscuotono grande interesse. La richiesta di partecipazione a Cipe Scuola ed E-inclusion ha infatti largamente superato gli obiettivi preposti in partenza.

Ammontano a 835 le domande di adesione alla prima iniziativa, mentre sono 1683 le scuole che hanno inviato una domanda di adesione alla seconda.
Cipe Scuola ed E-inclusion nascono dall'attuazione della delibera CIPE del 2003 sugli "Interventi per lo sviluppo di servizi avanzati nelle scuole delle Regioni del Sud", collocandosi nel più ampio programma di innovazione del Paese che prevede, tra le altre, misure volte al collegamento in rete di grandi sistemi pubblici come la Sanità e la Scuola. I due progetti sono realizzati congiuntamente dal Dipartimento per l'Innovazione e le Tecnologie e dal Ministero dell'Istruzione dell'Università e della Ricerca, con il coordinamento della Direzione Generale per i Sistemi Informativi.
Il progetto Cipe Scuola prevede lo sviluppo di contenuti digitali a supporto della didattica e l'introduzione delle nuove tecnologie nel processo formativo e di apprendimento. Obiettivo è la realizzazione di una piattaforma tecnologica nazionale per l'inserimento, l'archiviazione e l'utilizzo di contenuti digitali per la didattica dell'italiano e della matematica (i learning objects), cui potranno accedere in via sperimentale 200 scuole secondarie di II grado di Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia. I learning object potranno essere utilizzati su pc e lavagne elettroniche.
I docenti saranno formati e coadiuvati da tutor e potranno scegliere durante l'anno scolastico un numero predefinito di learning object da utilizzare nell'attività didattica con gli studenti. A loro volta i ragazzi potranno usare non solo in classe, ma anche a casa, i contenuti interattivi, che conterranno modalità e strumenti di verifica dell'apprendimento. Le lezioni digitali faranno leva sulle diverse forme di apprendimento e sulle esperienze del mondo dei videogiochi, facendo entrare l'edutainment nella didattica.
All'iniziativa pilota potranno accedere con propri fondi anche le superiori che non rientrano nel progetto "CIPE Scuola".
Il progetto E-inclusion si propone di favorire, grazie all'impiego delle nuove tecnologie, l'integrazione e l'inclusione nella vita scolastica degli studenti svantaggiati o stranieri, con particolare attenzione per gli alunni affetti da disabilità cognitive. L'intervento si propone di finanziare circa 110 iniziative particolarmente innovative presentate da scuole primarie e secondarie di primo grado delle Regioni del Sud, facilitare l'integrazione di circa 800-1.200 studenti svantaggiati presenti nelle scuole delle Regioni del Sud ipotizzando di coinvolgere le scuole con almeno 5 alunni disabili e offrire un supporto a circa 400-600 docenti di sostegno impegnati nell’insegnamento agli studenti svantaggiati.

----------------

Progetto Cipe Scuola: cresce il numero delle scuole coinvolte
20/12/2005. Le domande di partecipazione al Progetto "CIPE Scuola" ricevute da parte delle scuole ammontano a numero 838. Su questa base si è deciso di aumentare, nel limite delle risorse disponibili, il numero delle scuole oggetto di intervento, passando dal numero inizialmente previsto di 200 a quello di 550.
Le 550 scuole che prenderanno parte all'iniziativa verranno selezionate tra le 838 domande ricevute. Rimangono invariati i parametri dell'intervento, descritti nell' "Avviso". Entro il mese di gennaio 2006 saranno comunicati i nominativi delle scuole selezionate per la partecipazione al Progetto "CIPE Scuola", attraverso opportuni canali ad evidenza pubblica.
Progetto CIPE Scuola, lo stato di avanzamento delle richieste di partecipazione
25/11/2005. Una grande richiesta di partecipazione che ha largamente superato gli obiettivi preposti in partenza. Ammontano a 835 le domande di adesione relative al Progetto CIPE Scuola, mentre sono ben 1683, le scuole che hanno inviato una domanda di adesione per partecipare al Progetto E-Inclusion.
Rapporto sulle richieste di adesione
Il progetto "Cipe Scuola" nasce dall'attuazione della delibera CIPE del 9 maggio 2003, N° 17 punto B, "Interventi per lo sviluppo di servizi avanzati nelle scuole delle Regioni del Sud", e si colloca nel più ampio programma di innovazione del Paese che prevede, tra le altre, misure volte al collegamento in rete di grandi sistemi pubblici come la Sanità e la Scuola.
L'iniziativa, realizzata congiuntamente dal Dipartimento per l'Innovazione e le Tecnologie e dal Ministero dell'Istruzione dell'Università e della Ricerca, con il coordinamento della Direzione Generale per i Sistemi Informativi, è articolata in due linee di intervento:
la prima denominata "Cipe scuola" (il termine ultimo per la presentazione della domanda di partecipazione alla sperimentazione è il 15 ottobre 2005);
la seconda denominata "e-Inclusion" (il termine ultimo per la presentazione della domanda di partecipazione è il 30 ottobre 2005).
Il progetto CIPE SCUOLA prevede lo sviluppo di contenuti digitali a supporto della didattica e l'introduzione delle nuove tecnologie nel processo formativo e di apprendimento tramite la realizzazione di una piattaforma tecnologica nazionale per l'inserimento, l'archiviazione e l'utilizzo di contenuti digitali, cui potranno accedere, in via sperimentale, 200 scuole secondarie di II grado delle Regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia.
Il progetto E-INCLUSION si propone di favorire, grazie all'impiego delle nuove tecnologie, l'integrazione e l'inclusione nella vita scolastica degli studenti svantaggiati o stranieri, con particolare attenzione per gli alunni affetti da disabilità cognitive.
L'intervento, oltre ad essere in linea con le direttive UE contenute nel Piano di Azione eEurope 2005, dà attuazione concreta alla Legge n.4 del 2004 sull'accessibilità, "Disposizioni per favorire l'accesso dei soggetti disabili agli strumenti informatici", nota come "Legge Stanca".
Per saperne di piÚ
Progetto CIPE Scuola Descrizione dell'iniziativa e modalità di adesione
Progetto E-Inclusion Descrizione dell'iniziativa e modalità di adesione
Presentazione dei progetti [.pdf 1Mb]


al VAI AL SITO >>



Altre news
1/6/2018 14:22:37 - INFORMATIVA AL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI DEI SOCI E CONSENSO
1/6/2018 0:10:00 - AVVISO ELEZIONI ORGANI STATUTARI 2018-2023
1/6/2018 0:10:00 - 2^ Assemblea Generale 2018 dei Soci
8/3/2018 16:20:00 - PRIMA ASSEMBLEA GENERALE ORDINARIA DEI SOCI ANITeL 2018
8/3/2018 15:00:00 - Documenti da votare in AG 2018
13/11/2017 9:15:07 - Corsi di formazione ANITeL 2017/2018.
15/6/2017 18:10:00 - Proposta corsi ANITeL 2017/2018
13/4/2017 15:30:00 - Il 5 per mille a favore di ANITEL
29/3/2017 14:35:07 - AG 2017: verbali ed esiti delle votazioni
25/2/2017 18:20:00 - PRIMA ASSEMBLEA GENERALE ORDINARIA DEI SOCI ANITeL 2017

I commenti sono di proprietà degli autori. Si declina ogni responsibilità sul loro contenuto.

Login
Nome utente:

Password:

Ricordami



Password persa?

Registrati ora!

Chi siamo | Netiquette | Privacy | Disclaimer | ContattaciFAQ | Credits