Registrati su ANITEL     PORTALE ANITEL - Formazione - Attività Testing 2006 piattaforme Indire - Notizie
Home FAQ Contattaci Cerca FAD Lingua
Area pubblica
Risorse
Contenuti
Corsi ANITeL
NetCast
Second ANITeL
ANITeL su facebook
ANITeL su youtube
ANITeLfad Channel
RSS

« 1 ... 3 4 5 (6) 7 8 9 »
Formazione : Attività Testing 2006 piattaforme Indire
Inviato da DIDATTIKA il 17/5/2006 22:20:00 (2345 letture)

Open in new window
In riferimento alle azioni di testing previste per le piattaforme PuntoEdu, come previsto nel protocollo d'intesa ANITEL, ieri a Firenze la commissione tecnica ha deciso di svolgere l’attenzione al personale ATA e ForTIC.
Pertanto l’azione deve essere rivolta agli ambienti Puntoedu ATA e Puntoedu ForTIC di cui sarà nostra cura inviarvi le informazioni e i dati di accesso che le saranno necessari.

Leggi tutto... | altri 2779 bytes | Commenti?
Formazione : FORMAZIONE IN SERVIZIO, LO STATO DELLE COSE: organizzazione e professionalità
Inviato da DIDATTIKA il 14/4/2006 9:00:00 (3781 letture)

Open in new window

Docet2006 - Bologna, 28 marzo.
Dopo un notevole sforzo organizzativo, soprattutto per la difficoltà di reperire sindacalisti disponibili alla partecipazione (sono stati invitati tutti ma presenti erano solo CISLscuola e FLC-Cgil), ANITeL, giovane ma tenace associazione, è riuscita a predisporre un palinsesto nazionale in cui tutte le componenti direttamente coinvolte al processo formativo destinato al personale scolastico fossero presenti: Miur, USR, Indire, realtà scolastiche, destinatari della formazione, e-tutor, sindacati). Il confronto è stato reale e non simulato. I problemi posti sul tavolo suffragati dal riscontro quotidiano degli operatori e quindi non facilmente bypassabili.

Leggi tutto... | altri 3321 bytes | Commenti?
Formazione : FORTIC 2: offerta di collaborazione ad ANITEL
Inviato da DIDATTIKA il 6/4/2006 0:10:00 (2446 letture)

Open in new windowDopo l'implementazione di Learning Object destinata alla piattaforma Indire "autoformazione e-tutor" ormai in dirittura d'arrivo grazie al contributo di autori-soci anitel, alla nostra associazione viene offerta e richiesta un'ulteriore possibilità significativa: nuove proposte di materiale da inserire nel percorso formativo Fortic 2.

Leggi tutto... | altri 3278 bytes | Commenti?
Formazione : I corsi Indire: la situazione al 28 febbraio 2006
Inviato da DIDATTIKA il 27/2/2006 15:40:00 (3100 letture)

Open in new windowApertura delle piattaforme, destinazione, iscrizioni, modalità, durata dei corsi: ecco quanto di ufficiale fino ad oggi da indire sui percorsi formativi puntoedu. A cura di ANITeL

Leggi tutto... | altri 7697 bytes | Commenti?
Formazione : NEOASSUNTI 2006: l'organizzazione
Inviato da DIDATTIKA il 3/2/2006 14:10:00 (18005 letture)

Open in new window

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca
Dipartimento per l’istruzione
Direzione Generale per il personale della scuola
UFF. IV - VI

Leggi tutto... | altri 18049 bytes | Commenti?
Formazione : COLLABORAZIONE ANITEL INDIRE A.S. 2006: modalità e strumenti
Inviato da DIDATTIKA il 8/1/2006 12:00:00 (2993 letture)

Open in new windowCome si evince dal protocollo d'intesa e dalla relazione accessibile da questa pagina, le attività sulle quali Anitel è stata invitata a collaborare sono molte e significative oltre che impegnative. Di qui l'esigenza di una mobilitazione coordinata di tutte le competenze in tempi brevi. Ecco perchè è assolutamente importante individuare, progettare, proporre e realizzare strumenti trasferibili come Guide e tutorial, Laboratori, Studi di caso, Percorsi didattici, Problem solving, Learning Objects specificamente destinati ai corsi formativi Neo-assunti 2006, Processi d’innovazione DL59, Lingua inglese, Fortic2, ATA, Formazione e-tutor.

Leggi tutto... | altri 3687 bytes | Commenti?
Formazione : Fortic2: nessun percorso per chi non ha competenze con il computer e internet
Inviato da DIDATTIKA il 7/1/2006 5:30:00 (2773 letture)

Ufficio Scolastico Regionale per l'Umbria
Direzione Generale
Prot. n. 33895/C24
Perugia, 31/10/2005
Oggetto: formazione sull’uso delle tecnologie nella didattica.
In un recente incontro coni referenti regionali per le nuove tecnologie, il MIUR ha illustrato l’impianto generale di un progetto di formazione sull’applicazione alla didattica delle nuove tecnologie, rivolto ai docenti di tutte le scuole, statali e paritarie.

Leggi tutto... | altri 6242 bytes | Commenti?
Formazione : Relazione dell’incontro ANITEL–INDIRE e PROTOCOLLO d'Intesa
Inviato da DIDATTIKA il 26/12/2005 11:10:00 (3896 letture)

>>Relazione dell’incontro ANITEL – INDIRE >>
>>PROTOCOLLO D'INTESA 2006>>

Relazione dell’incontro ANITEL – INDIRE
tenutosi in data 22-12-2005 in via M. Bonarroti, 10 - Firenze, relativo alla stesura del protocollo d’intesa finalizzato all’individuazione delle attività da svolgere su incarico, in ambito collaborativo.

Leggi tutto... | altri 10114 bytes | Commenti?
Formazione : Un’esperienza innovativa: i laboratori in modalità sincrona
Inviato da DIDATTIKA il 18/12/2005 6:50:00 (2182 letture)

Open in new window Attività di gruppo e interazione in tempo reale. I laboratori sincroni in PuntoEdu e la metodologia in 8 "passi"
di Gloria Bernardi
30 Settembre 2005
da INDIRE

Il “laboratorio in modalità sincrona” è un ambiente formativo on line orientato a sviluppare competenze attraverso la condivisione di risorse, il lavoro di gruppo, il confronto tra corsisti e con un “moderatore” esperto nella tematica affrontata.

Leggi tutto... | altri 17403 bytes | Commenti?
Formazione : PROGETTI COLLABORATIVI MIRATI ALLA DIDATTICA
Inviato da DIDATTIKA il 2/12/2005 6:00:00 (21439 letture)

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
1 - Mille modi per un mondo: 3d per costruire conoscenza.
Il progetto è coordinato dall'Istituto Pedagogico di Bolzano e si sta sviluppando attraverso la creazione di una comunità di apprendimento collaborativo in ambiente 3D in cui sono coinvolti tutti i soggetti del mondo della formazione.
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
            EDUCAZIONE ALLA LEGALITA' 
Open in new window- Educare alla legalità oltre l'aula
Prof. Gioachino Colombrita - Istituto Professionale Iris Versari di Cesena.
Finalità: Attuare esperienze in videoconferenza ed in ambiente 3D. Realizzare un progetto trasversale in modalità di apprendimento collaborativo a distanza tra alunni di diverse scuole ed età. - 
http://lnx.irisversari.it/xoops/modules/news/article.php?storyid=4
Scuola, classe
2C Servizi Sociali Istituto Professionale Iris Versari di Cesena (FC)
4B Scuola Elementare Luigi Santucci di Castel del Piano (GR)
Dotazione strumentale
Cesena:
dotazione hardware:
laboratorio multimediale con n°1 server IBM x235;
24 PC multimediali con schermo piatto 15" TFT;
stampante laser di rete "Kyocera" A/4 e A/3 e scanner HP;
videoproiettore; macchina fotografica digitale, webcamera, microfono e casse acustiche.
dotazione software:
su tutti i PC è installato il pacchetto "Office 2000 Professional".
Il laboratorio è collegato a Internet con linea ADSL
Castel del Piano:
Aula multimediale con PC collegati in rete, pc di classe con collegamento internet, linea ISDN ad un solo canale.
Macchina fotografica digitale, videocamera, videoproiettore.
Microfono e casse acustiche.
Titolo
Educare alla legalità in videoconferenza ed in ambiente 3D.
Tipologia
Progetto trasversale in modalità di apprendimento collaborativo a distanza con l’utilizzo dell’ambiente virtuale tridimensionale. Breve descrizione
Incontri in videoconferenza ed in ambiente tridimensionale (Scuola3D) per costruire e seguire percorsi inerenti il diritto e la legalità: gli organi costituzionali quali il Parlamento, il Governo, la Magistratura, il Presidente della Repubblica. Creazione di “luoghi” e “percorsi” speciali in 3D, da parte degli alunni più grandi, per insegnare, in qualità di “tutors”, concetti complessi ai più piccini. Ambito disciplinare
Educazione alla convivenza civile, in particolare Lingua Italiana ed Arte ed Immagine.
Diritto.
Età destinatari
9 e 14/15 anni
Dotazione minima per la trasferibilità
PC, connessione a internet, webcam, microfono, casse acustiche.
Grado di difficoltà
Organizzazione dei tempi e dei modi.
Uso computer
Indispensabile.
Finalità
Creare nell’ambito della scuola e fra le scuole una comunità di apprendimento collaborativo con: presa di coscienza di realtà scolastiche lontani ma simili; scambio di idee e informazioni; costruzione di percorsi comuni con contributi di alunni lontani; fruizione di percorsi che i più grandi creano per i più piccoli, semplificando concetti complessi. Obiettivi
Diritto: il Parlamento, il Governo, la Magistratura, il Presidente della Repubblica.
Educazione alla convivenza civile: legare rapporti di collaborazione stabili con alunni lontani; creare legami di amicizia e costruire percorsi di apprendimento comuni.
Informatica: uso del pc come mezzo di creazione, di collaborazione, di apprendimento.
Tempi
Anno scolastico 2005/2006
Modalità organizzative
Prima fase: il gruppo-classe dell’istituto superiore prepara per conto proprio gli argomenti da affrontare e presenta in ambiente 3D e in videoconferenza cartelloni, disegni, testi informativi ed esplicativi; successivamente anche percorsi virtuali logici e ludici, dove è necessario avere una conoscenza di base per poter andare avanti.
Seconda fase: gli alunni più piccoli preparano una serie di domande sugli argomenti prescelti, preparano lettere, disegni e altri semplici testi utili alla conoscenza dei tutors. Studiano con attenzione le semplici “lezioni” dei più grandi.
Terza fase: gli alunni piu’ piccoli, assistiti ognuno da un tutor della scuola superiore, seguono i percorsi virtuali di educazione alla legalità su scuola 3D, mirando ad ottenere il punteggio necessario per ottenere una ricompensa particolare che i più grandi avranno preparato per loro in base al punteggio ottenuto.
I percorsi saranno anticipati da prove di “studio” per i più piccoli, per aver il tempo di imparare i contenuti necessari per superare la “gara”. Punti forti
Gli alunni più grandi hanno già lavorato con i più piccoli
Le videoconferenze sono già state provate nella loro validità didattica
Gli argomenti sono di interesse comune alle due classi, sia pure con differenti livelli di approfondimento
Punti deboli
Il lavoro deve essere preventivamente preparato nei particolari
I più piccoli possono disperdersi se il materiale predisposto è troppo difficile da capire
Criteri di valutazione
Griglie da predisporre per rilevamento raggiungimento obiettivi e per osservazione feedback alunni
Schede di autovalutazione
Materiali prodotti
Descrizione+allegato o link a sito web
Trasferibilità
Espansione, sviluppo ed integrazione di attività e documenti che non siano inerti e sterili, ma destinati a continue evoluzioni a più mani.

ENTRA NEL PROGETTO>>


---------------------------

Open in new windowPROGETTO BILIBRO
Dott.ssa Anna Santon, insegnante di scuola primaria di Brunico. 
Progetto bilingue. Una storia per ogni ambiente - Eine Geschichte für jede Welt.
Finalità: il progetto tende a realizzare un'esperienza transdisciplinare secondo una didattica di laboratorio e attraverso l'apprendimento cooperativo in rete con altre scuole. 
Scuola, classe
-Istituto pluricomprensivo Brunico val Pusteria Scuola elementare classi IIIA-IIIB
- Istituto comprensivo Dobbiaco – Alta Pusteria Scuola elementare di San Candido tutte le classiDotazione strumentale
Mezzi informatici, connessione, tipologia laboratori
? due laboratori informatici dotati di PC multimediali collegati con la rete didattica interna, di software adeguati e di collegamento ad internet linea ISDN; ? un laboratorio linguistico-informatico; ? due telescopi per l’osservazione astronomica; ? un laboratorio fotografico (foto su pellicola, foto e filmati digitali); ? un’aula polifunzionale, dotata di videoproiettore e di dieci postazioni collegate in rete e ad internet;
? due aule audiovisivi con collegamento satellitare digitale, fornite di videoproiettore, impianto audiovideo dolby surround, PC multimediale e schermo a motore;
? una biblioteca interscolastica gestita da un sistema elettronico, accessibile secondo regolamento con una vasta scelta di libri, circa 9.000 volumi, CD-ROM e DVD Titolo
Una storia per ogni ambiente
Eine Geschichte für jede Welt
Tipologia
Un progetto transdisciplinare realizzato secondo una didattica di laboratorio.
Apprendimento cooperativo in rete con altre scuole.
Breve descrizione
1. Racconti bilingui inventati dagli alunni.
Costruzione tridimensionale del racconto: illustrazioni, ambienti e luoghi reali e fantastici.
Possibilità di ascolto della storia nelle due lingue.
2. Progettazione e costruzione in 3d della scuola ideale.
Ambito disciplinare
- Ambito scientifico – antropologico
- Tecnologie
- Ambito linguistico - espressivo (L1, L2, musica e immagine) Età destinatari
Alunni delle scuole primarie e secondarie di primo grado.
Dotazione minima per la trasferibilità
PC, connessione ad internet, scanner, masterizzatori, videoproiettore, periferiche audio-video.
Grado di difficoltà
Necessità di esercitare gli alunni all’uso delle periferiche e alla costruzione di mondi in 3d.
Organizzazione dei tempi da concordare con le altre scuole coinvolte. Uso computer
Indispensabile
Finalità
- Promuovere la capacità di progettare e costruire in modo autonomo e originale percorsi di apprendimento fruibili da altri
- Promuovere l’apprendimento cooperativo in presenza e a distanza Obiettivi
- Capacità di produrre un testo nelle due lingue
- Utilizzo finalizzato e creativo delle nuove tecnologie
- Conoscere ambienti naturali vicini e lontani
- Saper cercare, selezionare e riutilizzare informazioni
Tempi
Intero anno scolastico
Modalità organizzative
Il progetto sarà realizzato in parte in classe (fase di progettazione e realizzazione cartacea), in parte nel laboratorio informatico.
Gruppo classe e piccolo gruppo.
Coinvolgimento dei genitori con realizzazione di un loro progetto da inserire nel mondo in 3d.
4 punti forti
Creatività
Cooperative learning and teaching
Innovazione didattica
Creazione di oggetti trasferibili online
4 punti deboli
Adeguamento connessione e laboratori informatici
Tempi di realizzazione e programmazione
Organizzazione delle chat e videoconferenze tra le scuole
Coinvolgimento e preparazione di tutti gli insegnanti coinvolti
Criteri di valutazione
· Griglie predisposte per rilevamento raggiungimento obiettivi
· Griglie per osservazione atteggiamenti alunni
· Schede di autovalutazione come autoriflessione del docente sul mezzo mediatico, sul coinvolgimento, sulla gestione, sul grado di autonomia,sul livello di interattività, tempi, versatilità, limiti e vantaggi,grado di soddisfazione,validità dei contenuti dei saperi.
Materiali prodotti
Descrizione+allegato o link
Trasferibilità
Possibile espansione, sviluppo e integrazione, che non sia materiale inerte, sterile, ma destinato a continua evoluzione, a più mani.
ENTRA NEL PROGETTO>>


°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

Open in new window

2- Progetto didattico multimediale per lo studio delle discipline strumentali in rete


Open in new windowCorso multimediale per Flauto dolce
Prof Rossano Munaretto
Finalita': · Favorire il processo di apprendimento con l'uso delle nuove tecnologie per mezzo di una didattica che incoraggi l'uso di percorsi multimediali di rete
· Condurre un'azione che consenta l'acquisizione di una autonomia musicale di base nell'uso del flauto dolce attraverso l'esperienza diretta su specifiche unità didattiche.
Percorso didattico in forma di autoapprendimento guidato
Il sito è aperto a tutti coloro operano nel settore della didattica flautistica tra innovazione, ricerca e applicazione delle tecnologie informatiche e multimediali per l'apprendimento strumentale. 
Il materiale contenuto in questo sito, tutelato dalle leggi sui diritti d'autore, è un strumento per la didattica flautistica a cura Rossano Munaretto e presenta una versione dimostrativa di un progetto didattico,su CD rom, realizzato per chi intende avvicinarsi e intraprendere lo studio del flauto traverso.
Questo corso è suddiviso in 5 percorsi tematici ai quali si accede dai pulsanti del menù posti a lato, vicini al flauto. I contenuti per l'impostazione sul flauto sono espressi in forma elementare, progressiva, sistematica e corrispondenti a precise e strutturate azioni didattiche.
Le indicazioni e le strategie di autoapprendimento non sono sostitutive dei contenuti che ciascun docente ritiene di perseguire. Il percorso intende facilitarne l'apprendimento con un nuovo riferimento didattico ed un innovativo sussidio strumentale attraverso suoni, immagini e video clip. http://ctpbiella.scuole.piemonte.it

ENTRA NEL PROGETTO>>


TORNA ALL'INDICE>>





Commenti?
« 1 ... 3 4 5 (6) 7 8 9 »

Login
Nome utente:

Password:

Ricordami



Password persa?

Registrati ora!
Scuolidea.it

Notizie più lette
Siti segnalati

Chi siamo | Netiquette | Privacy | Disclaimer | ContattaciFAQ | Credits